Di Tutto Un Podcast

Idee e opinioni sul nostro mondo

2×11 Divulgazione e Condivisione: Intervista a Pietro Busalacchi


Se le storie fatte di odore metallico, rumore di tensione elettrica, fili e cuffie e microfoni rimediati vi affascinano.
Se i racconti di radio libere, con il sapore di stazioni pirata, nascoste e accroccate vi riportano in mente bei ricordi o pensiate siano solo storie da vecchi film.
Se volete conoscere il racconto di una persona che della comunicazione, della conversazione e della divulgazione ne ha fatto un pilastro della propria vita
allora siete in benvenuti in di tutto un podcast, idee ed opinioni del nostro mondo.

Eccola filmante! Arriva su Di Tutto Un Podcast la storia di Pietro Busalacchi, ideatore di ADigitale Radio. Pietro ha cavalcato gli ultimi quindici anni di condivisione e divulgazione web e non solo, dai blog alla webradio fino al podcasting. Un pioniere con un bagaglio di esperienza di vita e di umanità tutta da raccontare.

Un episodio di quasi due ore al quale siamo già molto legati, che ci ha preso tantissimo e che consideriamo una ennesima tappa fondamentale nella nostra volontà di raccontare delle storie di vita e di cuore. Null’altro da aggiungere se non i riferimenti alle cose di cui Pietro ha parlato in questa lunghissima chiacchierata.

Buon ascolto.

Pietro Busalacchi

Una foto di repertorio di Pietro Busalacchi

Per scaricare la puntata clicca QUI!
Per abbonarti gratis su iTunes clicca QUI!
Per abbonarti tramite un qualsiasi altro lettore di Podcast clicca QUI

Link:

BRANI DI QUESTO EPISODIO

  • Absent feet – In cold Water
  • Will Hammond J – rDays And Nites In The City
  • Scompiglio – Ama davvero
  • Julandrew – Crazy As
  • Jamison Young – Island

I brani di sottofondo sono tratti dall’album “Viaggi in Aereomobile” di Fabrizio Paterlini

Il brano “Insegnami a Ballare” degli Emily Country Folk, annunciato all’inizio dell’episodio, non è presente in questa puntata.

Tutti i brani provengono dal portale Jamendo.com

LICENZA DEL PODCAST: 
Questo podcast può essere usato e liberamente distribuito o diffuso. Consentito l’uso per scopi commerciali. Non è possibile modificare l’opera

26 commenti su “2×11 Divulgazione e Condivisione: Intervista a Pietro Busalacchi

  1. Alessandro
    8 febbraio 2011

    Bellissima puntata,
    Pitro è stato un vero pioniere e quanti aneddoti. Mi dispiace veramente per la chiusura di ADigitaleradio, ma quando la vita chiama non possiamo fare a meno di rispondere. AVendo ascoltato le parole di Pietro non ho dubbi sul fatto che appena ricapiterà la possibilità non se la lascerà sfuggire, un abbraccio Pietro.
    Complimenti Simone e Michela continuate così.

    • Michela De Paola
      9 febbraio 2011

      Grazie Ale,
      anche noi abbiamo preso la notizia della chiusura di Adigitale radio molto male…
      ma io, come te, sono sicura che Pietro non ci metterà molto a tornare..🙂

      Un grosso abbraccio e grazie, grazie davvero🙂

  2. Shuren
    23 gennaio 2011

    bella puntata, non l’ho ancora finita, ma è molto interessante

    • Simone Pizzi
      23 gennaio 2011

      Facci sapere cosa ne pensi e se hai suggerimenti, non appena l’hai finita.

  3. Pietro Busalacchi
    20 gennaio 2011

    Leggo i vostri commenti…e vedo che una piccola condivisione di emozioni c’è stata, e questo mi fa ((((grande)))) piacere. Ed ancora una volta ringrazio Simone e Michela di avermi dato l’opportunità di raccontare un pezzetto della mia piccola storia.

    • Michela De Paola
      20 gennaio 2011

      Pietro il grazie va soprattutto a te… per tutti i ricordi preziosi che ci hai regalato….
      Non smetteremo mai di esserti grati per quello che ci hai regalato… una puntata memorabile.. in tutti i sensi (mi permetto di osare!!!)

  4. CasaPizza
    20 gennaio 2011

    Bella bella bella puntata!
    Mi ha fatto un certo che sentire Pietro parlare così di PodCasting dal lontano 2004….un vero pioniere o precursore, chiamatelo come volete!
    Ci dispiace per la chiusura di Adigitale ma possiamo capire, come abbiamo scritto anche sul blog della radio, che uno può avere tutta la passione che vuole per la webradio, il podcasting o qualsiasi altro hobby, ma poi c’è inevitabilmente da fare i conti con la vita di tutti i giorni: anche quando fortunatamente non ci sono problemi gravi o grandi impedimenti è difficile lasciare anche piccoli ritagli di tempo (e magari denaro) per le proprie passioni: dovremmo tutti sforzarci di farlo, ma tra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare.
    Una cosa è certa: l’importante è sperare e cercare di riprendere quelle che sono le nostre vere passioni abbandonate…averne la voglia e l’intento insomma….
    Anche l’accenno di Pietro alle varie registrazioni che faceva Ada è stato molto bello……tante e tante volte ci immaginiamo come si sentirà Nicole nel risentirsi e risentirci nel PizzaCast…….che è la nostra testimonianza di quello che siamo oggi e che lasciamo al nostro futuro….
    Ciao ed ancora complimenti Simone Michela e Pietro.😉

    • Simone Pizzi
      20 gennaio 2011

      Si, a questa cosa della registrazione per i figli, per quando saranno piu gramdo. ci avevo pensato anche io mentre ascoltavo Pietro. Penso a chi ha i figli molto piccoli come voi due ad esempio e al fatto che loro avranno un piccolo patrimonio di cose da ascoltare quando saranno grandi, di come erano i propri genitori, di quello che pensavano, di come amavano loro prima ancora che nascessero e soprattutto loro stessi avranno una memoria audio, che è ben diversa e particolare rispetto a quella video, di se stessi…
      bella riflessione.
      Un abbraccione.

    • Michela De Paola
      20 gennaio 2011

      sarà bellissimo per voi riascoltare Nicole quando sarà passato un pò di tempo, ma soprattutto sarà fonte di grande orgoglio per la piccola birba riascoltare tutti i suoi interventi nel podcast e sapere che i suoi sono genitori troppo avanti!!🙂
      Grazie Marco e un abbraccio a tutta la super family🙂

  5. babsie
    18 gennaio 2011

    … mi sono commossa più volte, mi sono sentita vicina a quella visione a cui Pietro ha donato tanta energia e forza in tanti anni. E’ stato un autentico piacere conoscere questa storia, ascoltarla dalla voce di Pietro e sapere che il buono del mondo esiste e vive e non si arrende. Grazie Pietro. E anche a voi ragazzi🙂

  6. Edo
    18 gennaio 2011

    Ciao

    vi ho ascoltato ieri nel mio letto dell’ospedale mentre mi riprendevo dall’anestesia spinale. Mi avete fatto compagnia, ho ascoltato con molta attenzione, ma ho solo vaghi ricordi dovuti alle droghe.

    Beh, comunque tutto bene, sono a casa, anzi mi hanno rimandato a casa in serata ieri stesso, deambulante.

    • Michela De Paola
      18 gennaio 2011

      ma cosa???
      che ti è successo Edo!!
      così ci fai preoccupare!

      • Edo
        18 gennaio 2011

        Grazie! Ho affrontato l’operazione di ernia inguinale. Era tutto programmato!

        Sto bene! Non vi preoccupate!

        • Liartes
          20 gennaio 2011

          Che merdaccia che sono, me n’ero completamente dimenticato… Sono felice di sentire che tutto sia andato bene.

  7. Liartes
    18 gennaio 2011

    Wow, sto ancora coi lucciconi agli occhi… E io che pensavo di rilassarmi un po’ con questa puntata. Concordo sul fatto che questa forse e’ la puntata piu’ “preziosa” e interessante che abbiate mai fatto.

    Mi sono sentito chiamare in causa sul discorso “Voci della rivolta” (ma forse solo perche’ ho la coda di paglia!) e quindi ci tenevo a chiarire perche’ il mio contributo non e’ arrivato finora e non so se arrivera’. Tralasciando il fatto che mi sento veramente confuso ultimamente e sto cercando di apportare tante modifiche sul mio podcast e quindi il tempo che rimane non e’ poi cosi’ tanto, pensavo che forse il mio contributo sarebbe ridondante e superfluo visto che ho gia’ avuto modo di dar fiato alla mia voce tramite il vostro microfono durante l’intervista che mi avete fatto.

    Un grande abbraccio a Pietro e un in bocca al lupo per i suoi progetti futuri (qualunque siano)… grazie per il grande momento di vita vera che ci hai regalato.

    • Simone Pizzi
      18 gennaio 2011

      ciai la coda di paglia😉
      sono contento ti abbia colpito l’episodio… che si, è a tratti anche molto toccante.

  8. jumpy
    18 gennaio 2011

    ..sempre interessanti le “storie”…. speriamo che voi portiate fortuna al Bocci come Pietro ha portato fortuna al Cristicchi!!!!
    🙂 alla via così!!!!!!!!!!!!!!

  9. adele
    17 gennaio 2011

    Siete i miei… magnifici ragazzi! (come lo era pure Manilo) per lo scambio di valori che mettete in atto.
    Vi ho ascoltato con emozione, come tutte le storie personali sono vissute, con lacrime, sorrisi e fatiche. per non mollare.
    Grande Pietro! condividere si, aggregarsi no, per lasciare libertà al dissenso, sono d’accordo nonostante lo sforzo che richiede tale scelta.
    Vi ringrazio per la bravura e il coraggio, nel trasmettere, le vostre idee.
    Anche in silenzio, quando posso, vi seguo per contribuire… e per attingere al vostro entusiasmo. Adele!

    • Simone Pizzi
      17 gennaio 2011

      E anche qui potrei dirne a centinaia di cose. Cerco di riassumere dicendo intanto che noi sappiamo che ci sei, quando puoi, ma ci sei anche quando non commenti. La presenza della bellezza delle vostre persone, in quel poco, in quell’esserci tutti un po sfiorati da lontano, è presente. Di Pietro posso dire che nelle sue tre o quattro imbeccate, per me è stato come un maestro che nel poco ti ha dato quel che poteva. Per te, nonostante tutto, ricambiamo l’emozione di quello che, assurdo forse, è uno scambio.

      Sulla puntata beh… che dire. Ci sono due o tre perle di grande illuminazione dal punto di vista concettuale. Ma la puntata è pregna di quel senso di vita che solo chi l’ha assaggiata nel suo sapore più amaro può capire ed è forse per questo che la terrò sempre con me… nel mio telefono, nel mio computer, nella mia mente e nel mio cuore.

    • Michela De Paola
      20 gennaio 2011

      io mi sento particolarmente fiera di far parte dei “tuoi … magnifici ragazzi” , come pure mi sento particolarmente fiera di avere intrapreso questa strada del podcast che mi ha portata ad incontrarvi….
      sono assolutamente sincera… parole dettate dal cuore!
      Mai messo in dubbio il fatto che la nostra Adele non ci abbandona mai!
      in bocca al lupo e un abbraccio speciale tutto per te.

  10. Pietro Busalacchi
    17 gennaio 2011

    Grande emozione nel riascoltarmi…come emozionato ero a parlare con voi…non posso e non devo commentare io questa puntata altrimenti rischio il “conflitto di interessi”.

    Devo però ringraziarvi per avermi dato modo di parlare di questo aspetto della mia attività online a cui tengo molto. Di avermi costretto a ripercorrere con la memoria quegli anni pioneristici. E di avermi permesso di ricordare mio fratello Manilo.

    ADigitale Radio per il momento è in pausa. Ma io sono qui, e so che ci siete anche voi.

    Avanti tutta!

    • Simone Pizzi
      17 gennaio 2011

      Ci siamo…
      non voglio essere noioso o ripetitivo, però ogni faro che lascia spazio alla notte, per quanto flebile sia la sua luce, ci lascia sempre piu al buio. Forse per te è difficile da comprendere magari, perché penserai, vabbhe, ma infondo a loro che je frega… e invece sono ancora molto turbato dalla cosa… e mi sento un po piu al buio….
      Quando accendiamo le nostre piccole luci in queste notti tristi lo facciamo perché sappiamo che è giusto… ma sappiamo anche che non è facile tenere accesa la fiamma di fronte alla vita.
      Ok, basta… non so che altro dire…
      se non che tu puoi commentare la puntata come tutti, anzi, forse potresti aggiungere cose o sensazioni che sono sfuggite come è possibile che sia capitato.
      Per il resto, lo ribadisco sicuramente anche a nome di Michela, questa è stata la puntata piu emozionante della nostra piccola vita da radioamatori del quartiere… e ce la portiamo dentro con orgoglio.
      Avevo altro da dire ma nella confusione me ne sono dimenticato… un giorno mi tornerà in mente…
      Ci sentiamo su questi altoparlanti Pié… e alla via così.

  11. Nino
    17 gennaio 2011

    una versione inedita di Cristicchi sarebbe interessante ascoltare qualcosa

    Comunque è vero, Simone hai una voce che buca le casse, perfetta per le trasmissioni radio

    Saluti, Nino

    • Simone Pizzi
      17 gennaio 2011

      e se le buca poi mi tocca ricevere richieste di risarcimento danni per beni privati danneggiati😀
      battuta di imbecillità suprema apparte, ovviamente ti ringrazio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: