Di Tutto Un Podcast

Idee e opinioni sul nostro mondo

2×06 L’Unione fa la Forza


Questo nuovo episodio di Di Tutto Un Podcast, che vi avvisiamo subito, dura esattamente 2 ore, ha un’altro importantissimo difetto: potrebbe non essere di grande interesse collettivo.
Al contrario per noi invece ha molta rilevanza perché questo è il famoso episodio che è saltato due settimane fa e che rappresentava la cronaca e i commenti sull’incontro di alcuni podcaster, tra i più attivi ora nel panorama nazionale.
Ovviamente la puntata è stata abbastanza modificata proprio perché si è perduta la freschezza e l’estemporaneità di questo episodio però, visto comunque il punto in discussione abbiamo comunque deciso di pubblicarlo proprio per l’importanza che ha per noi.
Salutiamo tutti i podcaster che hanno partecipato a questo evento e in particolar modo coloro che sono intervenuti in questo episodio esprimendo la propria opinione su questo nuovo senso e desiderio di aggregazione che sta nascendo nella sfera del podcasting italiano.

Per scaricare la puntata clicca QUI!
Per abbonarti gratis su iTunes clicca QUI!
Per abbonarti tramite un qualsiasi altro lettore di Podcast clicca QUI

Presenti nella puntata: Matt e Graz di Nowherecast; Omar Serafini di Telefimcast, Marco e Bea di PizzaCast.
Si sono incontrati durante il LuccaComics anche: Alessandro Rossi di Rougecast; Luca e Carlo di Animevideo, Jiulien di Rock House Podcast e Sio di Serietà innanzitutto oltre ai ragazzi di Mondo Nerd che però non abbiamo avuto il modo di conoscere bene

BRANI PRESENTI NELL’EPISODIO

  • Cigarettes and Coffee – Loudog
    Runaways – Elle Lefant
    A lot of Bad Habits –  Dennis Logan
    Nowhere land – Uccio Ghezzer
    Stivali di Gomma e Proiettili d’Argento – Insula Dulcamara
    You’re calling Mgesso Watsowen – Sean Wright
    Illusion – A sk

Tutti i brani provengono dal portale Jamendo.com

LICENZA DEL PODCAST: 
Questo podcast può essere usato e liberamente distribuito o diffuso. Consentito l’uso per scopi commerciali. Non è possibile modificare l’opera

11 commenti su “2×06 L’Unione fa la Forza

  1. Pietro Busalacchi
    8 dicembre 2010

    La 2×06 l’avevo saltata per vari motivi di impegni lavorativi e di famiglia, mi ero però ripromesso di ascoltarla appena ne avessi avuto la possibilità ed il tempo. E non avevo letto sicuramente i commenti in calce a questa puntata.

    A differenza di Edo penso di aver capito quel che basta per dire che nel mondo dei podcaster come nel mondo dei blog delle webradio e di tutto il web sia formato da prime donne che non amano condividere oltre un certo limite.

    E’ così e nessuno ci può far niente e qualche volta le risposte che si hanno alle (giuste) sollecitazioni sono un po’ infastidite. Pazienza…

    C’è chi crede che l’unione fa la forza e la condivisione “raddoppia il piacere” e chi crede che un sano onanismo sia più soddisfacente e nel senso proprio del termine meno rischioso.

    Questione di scelte, Simone tutte legittime, tutte discutibili. Si va avanti per il piacere di farlo e con chi ha piacere a condividere le esperienze. Al resto si manda un saluto e un grazie per averti almeno rivolto un minimo di attenzione.

    Tornando alla puntata in questione, nel complesso piacevole anche se molto lunga, l’invito che vi faccio è di far parlare i podcaster di intervistarli, ma di evitare di focalizzarsi proprio sul podcast come strumento di comunicazione. Questo perché si crea un corto circuito dal quale poi è difficile uscirne. Ossia dobbiamo tener conto che l’autoreferenzialità è un pericolo costante nelle tante nicchie di cui il web è composto e non permette la diffusione del mezzo fuori da tali nicchie.

    Questo errore l’ho fatto io con il mio vecchio blogoltre.it finendo poi per entrare in un circuito di polemiche dove non ne sono uscito del tutto bene moralmente.

    E siccome quel che facciamo lo facciamo per il gusto di farlo, per la condivisione, per la voglia di comunicare le nostre idee e le nostre emozioni, concentriamoci sui contenuti e lasciamo nel sottofondo la discussione sul contenitore…

    Forza e Coraggio!

    • Simone Pizzi
      8 dicembre 2010

      Si, condivido e condividevo anche prima il tuo pensiero. E’ sempre stato il mio punto di vista in buona sostanza solo che poi io sono uno che non riesce a scindere il proprio operato dai rapporti con le persone e quindi cade spesso in errori reiterati.
      Comunque… per quel che riguarda l’autorefenzialità del podcasting in se si, anche li infondo sono d’accordo. Anche perché, soprattutto in riferimento a queste puntate, tutto girava intorno a un paio di eventi, passati quelli tutto si è spento.

    • Michela De Paola
      8 dicembre 2010

      a me alla fine tutto questo lascia sempre un sacco di tristezza…..
      Io ho difeso a spada tratta i principi da cui sembrava dovesse nascere tutto un certo percorso e mi sono esposta in prima persona difendendo questi principi… ma a quanto pare tutta questa stupida speranza mi si è ritorta contro….

      Tante belle parole buttate al vento, adesso lo posso dire ad alta voce, purtroppo!!!

  2. Edo
    30 novembre 2010

    Ciao,

    same here: mi sarebbe piaciuto esserci per incontrarvi tutti!

    Anyway, c’e’ una cosa che Simone ripete per tutta la puntata ma io non credo di aver capito quale sia la sua idea: cosa ti manca nella comunita’ dei podcaster? Cosa vorresti riuscire a mettere su? Non ti basta il forum del Dok? Gunp! ti sta stretto? Cosa ti frulla in testa?

    • Simone Pizzi
      30 novembre 2010

      Suddividiamo la risposta in punti ben precisi e distinti in modo che non ci siano dubbi sul mio importantissimo pensiero😀
      1.Non mi manca nulla nella o della comunità dei podcaster italiani. Semmai è alla comunità stessa che manca qualcosa. La mia visione meno individualista e più collettivista di tante altre persone e quel che mi è piaciuto fare fino ad ora è creare uno stimolo. Tutto qui.
      2. Io, in quanto Simone, non voglio mettere su nulla se non i miei progetti personali che magari possono essere rappresentativi di un’idea. La puntata parte da una discussione di alcuni podcaster che era nata precedentemente e non da me, per vie private e poi tramite la bacheca di servizio del podcasting su facebook o ancora meglio nella puntata prelucca. Idee da sottoporre agli altri inerenti ad una possibile aggregazione. Ma la realtà è che non ci credevano nemmeno quelli che lo proponevano e comunque, per precisare, non voglio che mi sia imputato anche questo dato che ultimamente tutto quello che passa per il podmondo è opera mia😀
      3. Il forum del Dok, hai detto bene, è del Dok e non è rappresentativo di nulla, poco usato ed estremamente limitativo. Guno, non lo so, non rispondo, giudico questa tua affermazione come una provocazione😀
      4. In testa mi frullano tante cose ma ora saranno sicuramente direzionate altrove, verso miei progetti piuttosto che verso pie e mere illusioni di aggregazione e amicizia.

      • Edo
        30 novembre 2010

        Sono piuttosto duro di comprendonio e sebbene tu abbia elencato 5 punti, il tutto mi rimane avvolto nel mistero.

        Per quel che riguarda il punto 3, non volevo provocare ma evovare il contenitore di podcast di mia conoscenza, perche’ forse e’ di un contenitore, tipo una stazione radio abbiamo bisogno. In effetti potremmo mettere su uno stream che passi le puntate dei podcast un po’ a casaccio…

        • Simone Pizzi
          30 novembre 2010

          si condivido, era una mia idea. Nel frattempo guardati adigitale radio…

  3. Liartes
    25 novembre 2010

    Quanto e’ bello sentire le vostre voci tutte insieme… continuo a sentirmi un po’ in colpa per non esser riuscito a venire a Lucca (ma a ben pensarci ero con le pezze al culo fino a ieri per gli scialacqui di Valencia quindi col senno’ di poi e’ stata una scelta saggia, almeno dal punto di vista economico).

    Non ho avuto modo di seguire le discussioni su Facebook sulla bacheca dei podcasters (non ho ancora letto il tuo post), questo mese e’ un mese killer per me visto che chiudiamo l’anno. Appena avro’ del tempo per fiatare il mese prossimo mi aggiornero’ un po’.

    Belli gli Elle Lefant, complimenti Michela per la scoperta!
    P.S. Quella che citi all’inizio e’ la strage di Ciaculli, non CIACIULLI! ;o)

    • Michela De Paola
      25 novembre 2010

      sono proprio una testona!!😛

      e anche un pò, (sempre di più) cieca, ma mi ostino a non mettere gli occhiali😀

    • Michela De Paola
      25 novembre 2010

      Sono contento che il tuo compleanno sia stato memorabile…. trent’anni vanno festeggiati alla grande… alla faccia dei soldi, che tanto, almeno da queste parti, non bastano mai!!🙂

  4. Pingback: Sorridi al Mondo… « Di Tutto Un Podcast

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: