Di Tutto Un Podcast

Idee e opinioni sul nostro mondo

2×03 Visioni di un Mondo Migliore


Torniamo con la nuova puntata, dopo una settimana di buco e un nuovo lettore web per ascoltare direttamente da quì le nostre puntate.

PLAY

Per scaricare la puntata clicca QUI!
Per abbonarti gratis su iTunes clicca QUI!
Per abbonarti tramite un qualsiasi altro lettore di Podcast clicca QUI

IN QUESTO NUMERO

Alcune notizie importanti come l’esortazione di Napolitano che invita gli studenti a difendere il proprio diritto allo studio e la Gelmini che invia gli ispettori in una materna di Livorno per la presenza di bandiere comuniste. Un accenno anche al brutto fatto della stazione Anagnina e alle posizioni politiche rispetto all’arresto del giovane che ha ucciso la donna rumena.

Prendiamo poi spunto dalla vicenda di Unicredit per fare un raffronto con altre teorie e visioni dell’economia e della finanza. Presentiamo la Finanza Etica e la Banca Etica.

Torna Viva L’Italia su un tema estremamente attuale, l’immondizia nella regione campana e le promesse del Presidente Silvio Berlusconi.

ANNUNCI

Mentre lo Smilingmob o Freshmob di Luca ha rilasciato, tramite la fanpage su facebook la data dell’evento e le istruzioni di partecipazione, su segnalazione vi presentiamo un Workshop di Sony Vegas Pro 10, oramai affermatissimo programma di montaggio video, per tutti coloro che vogliono approfondire questa nuovissima versione del potente applicativo. Evento Facebook e Topic su Videomakers.net

BRANI

  • Racecar – Country Gold  – Other Side of Life.
  • Moving Sand – Album secret garden – Hell tango
  • La malavoglia –  Liberi
  • Abscondo – Album Midnight Snow – Beneath the Lies.
  • Mudskills – It’s Never Enough
  • 7BZH – album Cargo Cult – Never Dirty
  • Luke Tan – Here Come the Floods – Faith to fly
  • Ivan Ivanovich The Kreml Krauts – Begi Suka – Begi Suka
  • Catalonia – Habby Birthday (da Musica Alley)

Tutti i brani provengono dal portale Jamendo.com

LICENZA DEL PODCAST: 
Questo podcast può essere usato e liberamente distribuito o diffuso. Consentito l’uso per scopi commerciali. Non è possibile modificare l’opera

16 commenti su “2×03 Visioni di un Mondo Migliore

  1. Nino
    27 ottobre 2010

    Puntatona.. ottime iniziative sia finanza etica che la banca etica (sembra quasi un ossimoro) sono un segnale di cambiamento anche se piccolo, tuttavia se si sommano queste esperienze con tante altre, e non solo sul territorio italiano, verrebbe quasi da sperar bene.. rivoluzione interiore prima di quella sociale.. e si fa presto, dirà qualcuno, mica tanto, dico io.. 20 anni fa i vari movimenti ambientalisti si affacciavano al mondo, e soltanto adesso le politiche ambientali cominciano ad essere parte integrante dell’agenda politico-economica anche se spesso solo per il gioco delle parti quando non per falsa filantropia.. poco importa, l’importante e che certe idee comincino a diffondersi, i primi movimenti ambientalisti non avevano internet tanto meno presenza televisiva, cosa sarebbe successo se avessero avuto i mezzi odierni? e chi lo sa! e se il panda avesse avuto le ruote sarebbe una carriola! ma il panda fortuna sua non ha ruote, e questi mezzi esistono adesso più o meno accessibili a tutti.. è compito nostro dare vita ad un nuovo illuminismo, ma non prima di aver risvegliato la nostra mente.

    Saluti, Nino (mi hai beccato!! ^^ saluti dalla sicilia)

    • Simone Pizzi
      27 ottobre 2010

      Ti dico la verità. Non è ben capito il tuo intervento. Nel senso ne comprendo in parte lo spirito ma forse non riesco a capire dove è il pensiero e dove è l’ironia. Ma forse è tutto insieme e solo sono io che questa mattina sono un po impicciato con il cervello.
      Io credo che le nostre menti, se siamo pronti a recepire nuove visioni, in qualche modo sono già accese, altrimenti non staremmo qui a discuterne. Forse dobbiamo arricchierle le nostre menti, la mia compresa. Concordo il tuo discorso anche sul discorso della rivoluzione, dell’ecologia, l’insieme del tuo intervento mi ha fatto comunque riflettere. Io dico che di rivoluzioni, illuministe o meno, ce ne sono di vari tipi: quella francese, fatta di rabbia e senso profondo di giustizia, quella culturale, che magari ci mette venti, cinquanta anni, ma va avanti comunque (il problema è sapere se si vuole avere pazienza di cambiare il mondo per i nostri figli piuttosto che per noi)…
      E comunque se Banca Etica esiste da 20 anni e la sua attenzione ai risvolti sociali, economici ed ecologici erano già presenti, significa che nel mare magnum della nostra agglomerata civiltà probabilmente l’effetto era già in azione.
      Insomma… in buona sostanza. Non abbiamo elementi di distacco, ne temporale ne emotivo, per comprendere cosa sta realmente succedendo, come ci stiamo trasformando. Ne avremo una valutazione quando gli storici avranno una visione d’insieme più completa. Nel frattempo continuamo il nostro lavoro, fatto di blog, microblog, tweet, status di facebook, podcast, webradio, comunicazione spicciola, passaparola, parlare, scrivere su un cartellone, mandare segnali di fumo… continuamo a mandare segnali di richiesta d’aiuto alle migliaia di realtà disgregate… e pian piano arriverà questo benedetto neo illuminismo🙂

      • Nino
        27 ottobre 2010

        …Nel frattempo continuamo il nostro lavoro, fatto di blog, microblog, tweet, status di facebook, podcast, webradio, comunicazione spicciola, passaparola, parlare, scrivere su un cartellone, mandare segnali di fumo…

        è questo il succo del mio discorso noi adesso siamo nella stessa situazione dei vari movimenti culturali di 20 anni fa solo che abbiamo a disposizione degli strumenti che per certi versi ci facilitano il lavoro, possiamo arrivare a più persone.. senza essere economisti ingegneri o esperti, semplicemente discutendo, analizzando le informazioni, condividendole ma sopratutto abbiamo tutte le informazioni necessarie per cambiare qualcosa nel nostro piccolo, fino ad arricchire il nostro modo di vedere le cose…

        Nino

        • Simone Pizzi
          27 ottobre 2010

          Si, ora ho capito perfettamente. E, inutile dire che, sono d’accordo!

  2. Pingback: Tweets that mention 2×03 Visioni di un Mondo Migliore « Di Tutto Un Podcast -- Topsy.com

  3. Pietro Busalacchi
    26 ottobre 2010

    Certe volte viene da pensare che le parole “etica” e “finanza” accostate costituiscano un bell’ossimoro…poi scopri che magari così può non essere…

    La vera rivoluzione è quella da parte dentro di noi stessi, e una di queste consiste nel pensare che le cose POSSONO CAMBIARE se prima di tutto cambiano dentro noi stessi.

    Ci possiamo girare intorno quanto vogliamo: ogni rivoluzione deve partire dall’individuo per poi propagarsi all’esterno e “contagiare” gli altri.

    Perché dico questa cosa? Mi sembra che occorre iniziare a capire che quello che è successo alla stazione Anagnina è la normalità dell violenza dove basta un “embè?” per seppellire secoli di processi di civilizzazione…ma non è un processo irreversibile!

    Che la finanza può essere etica, basta mettere nero su bianco ed agire di conseguenza!

    Che il diritto allo studio, non è diritto di studiare ma di avere la possibilità di farlo!

    Che il berlusconismo, versione edulcorata di una didattura populista, è un cancro per l’italia ma non è incurabile…

    Che mi siete piaciuti..ma dovete smetterla di farmi tutti questi complimenti che poi…ci potrei credere (e sono cavoli vostri)!

    Che questa puntata è la terza volta che l’ascolto…bello l’incipit (da brivido)…

    Forza e coraggio (e una puntina in più di verve).

    • Simone Pizzi
      26 ottobre 2010

      Si. Accostare Finanza ed Etica sembra strano. Fa un certo effetto invece vedere che la Finanza Etica non è solo un’ideologia di principio, ma è proprio un’alternativa reale, applicata e con tanto di manifesto che ne determina l’esistenza. Banca Etica fa ancora più effetto perché infondo le banche non solo sono l’applicazione più visibile di alcuni aspetti oscuri e pericolosi della finanza ma sono anche lo strumento con il quale la finanza stessa parassitizza tutto, compresi gli utenti base.
      E’ vero anche che le rivoluzioni iniziano da noi, dentro di noi e poi intorno a noi. Questo lo abbiamo detto qualche puntata fa, non ricordo nemmeno quando. E’ stato un grande insegnamento di una persona a me cara che infondo, nella sua radicale visione dell’esistenza, parte dal suo per poter influenzare il resto.

      Riguardo alla stazione di Anagnina, non so. Quello che so è che determinati atteggiamenti, una certa aggressività di fondo fa parte del genere umano. Ma fino a qualche anno fa comunque il tutto era attenuato da quella conquista (a volte anche il contrario) che è l’etico senso comune di convivenza civica. Possiamo dire di tutto della prima repubblica, della DC, del PSI e via dicendo. Ma di certo, nella corruzione che è un fatto genetico del nostro paese, una moderazione, una mediazione, una capacità di gestione dell’educazione politica, sociale e culturale erano ben presenti. Oggi il tutto è improntato sulle barbarie, su gente al governo che faceva lo squadrismo, su gente che insulta le istituzioni, la bandiera, fa populismo becero e spicciolo, fa comizi basati su linguaggi di pura violenza. E’ una conseguenza che il malumore, il mal pensiero, gli estremismi fino ad oggi sopiti o comunque emarginati, oggi diventano protagonisti, anche involontari, del nostro vivere quotidianamente. La violenza, fascista ed estremista oggi è legittimata dai legislatori. Tutto questo puzza di già visto… tutto questo non suona bene.
      E che altro dire? Dove andare? Prendere una strada, in coscienza, cercare di percorrerla con la fede di chi sa che sta facendo il meglio di se per essere una brava persona, un uomo migliore, con una lampadina accesa nel cervello, forse anche senza una grande cultura ma che certo pensa di avere la possibilità di dare un contributo… ossia di accendere altre due, tre, cinque lucine. E poi come diceva il grande De Gregori? “Quelli che hanno letto un milione di libri e quelli che non sanno nemmeno parlare, ed è per questo che la storia da i brividi, perché nessuno la può fermare”. E non si fermerà nemmeno questo lungo, lento, faticoso cammino verso un’era di maggiore illuminismo.

      Grazie per il commento… e per tanto altro.
      Grazie anche per i brividi dell’incipit. Se ti riferisci alla dedica pre sigla, beh… chi ci segue sa che è stato un evento a lasciarci turbati, soprattutto a me che di solito mi mostro molto più incline al cinismo che al sentimentalismo. Ma mi sono commosso, e a fatica ho trattenuto questa commozione mentre lasciavo il mio saluto. E tutto questo per poi ricommuovermi la prima volta che ho ascoltato la trasmissione finita.
      Se per incipit dici la nuova sigla, credo che questo sia stato un cambiamento dovuto. Da quella sigla un po’ tamarra che avevamo e che rappresentava il fatto che tutto infondo è iniziato per gioco, ad un approccio più maturo ed emotivo… più esortativo. Forse ci voleva anche questo che ne dici?

  4. jumpy
    25 ottobre 2010

    simo … maal flashmob ce vai co l’impermeabile di MR:PINKY?????

    ahahahahahah

  5. jumpy
    25 ottobre 2010

    interessanti come sempre! …e lacrimuccia iniziale! :-))))) ciaooo

  6. Yarin VooDoo
    25 ottobre 2010

    Ciao,

    grazie per la citazione del workshop su Sony Vegas Pro 10.
    Thanks a lot!

  7. Liartes
    25 ottobre 2010

    Begi suuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuka! ahahahahahah Stavo morendo dalle risate quando Michela ha annunciato la canzone in questione… LOL

    Siete tornati alla sobrieta’ eh? Mi piacciono parecchio i cambiamenti che avete fatto (la sigla iniziale e il resto). Vabbuo’ adesso credo sia arrivato il momento di fare uscire SproloquioCast di nuovo, mi serve solo qualcuno che inizi a frustarmi per mettermi al lavoro sulla puntata (che in teoria e’ nella mia testa ma non ancora sulla mia bocca ;oP).

    Ufffa, avrei tanto voluto esserci a Lucca…. :o((((

    • Liartes
      25 ottobre 2010

      Chissa’ perche’ il vostro sito mi ha trasformato una faccina trista in una bella sorridente…

    • Simone Pizzi
      25 ottobre 2010

      Quando si cambia qualcosa è sempre un rischio… però i tuoi complimenti ci fanno paicere perché sei una persona con un profondo senso critico… in senso buono dico…😉
      Grazie per il commento e daje… dajjjeeeee… tira fuori sta puntata dal tuo cervello… che sennò ti passa l’ispirazione e noi andiamo in astinenza😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 25 ottobre 2010 da in Puntate con tag , , , , , , , , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: