Di Tutto Un Podcast

Idee e opinioni sul nostro mondo

1×11 BioPromisquità


Una serie di argomenti seri, trattati in modo serio, ma con un sorriso strano sulle labbra e qualche risatina, che potrebbe sembrare di troppo ma che infondo, tra caldo, stanchezza e tentativi di sconfiggere la tristezza, ci stanno benissimo. Bella e scorrevole puntata tra musica e buon ritmo.

Per scaricare la puntata clicca QUI!
Per abbonarti gratis su iTunes clicca QUI!
Per abbonarti tramite un qualsiasi altro lettore di Podcast clicca QUI!

SCARICA EPISODIO IN FORMATO MP3 STAMDARD TRAMITE MEGAUPLOAD

In questo numero:
PODCASTER PER LA COSTITUZIONE
Dai conduttori di Nowherecast una grande iniziativa per tutti i podcaster italiani sulla scia del fronte comune per difenderela democrazia.

FRANCESCO EREDDIA
La prossima intervista di Di Dutto Un Podcast è al podcaster Liartes, di SproloquioCast che ha una interessantissima storia da raccontarci.

DTUP EXTRA DTUP
Vi ricordiamo che oltre ad essere trasmessi in streaming su ADigitale Radio ora siamo presenti anche nella directory di Audiocast, altra raccolta di Podcast Italiani.

NEWS
Direttamente dal gruppo Facebook Clikka la Stronzata, il costume antri restringimento per gli uomini che non vogliono perdere la loro virilità dopo un freddo bagno al mare

Annunciamo anche che questo è l’anno internazionale delle BioDiversità

NUCLEARE
La Corte Costituzionale boccia come illegittimo e incostituzionale il piano energetico per la costruzione di nuove Centrali Nucleari in Italia. Sebbene questo viene annunciato in pompa magna da tutti gli organi di informazione alternativa (il che non sempre è garanzia di veridicità) dall’altra viene dichiarato il contrario su giornali più istituzionali. Chi dice la verità? Ecco la sentenza

E AURA…?
Si torna con il pensiero al dramma della cagnolina di Trepuzzi bruciata viva per cercare di scovare informazioni relative a quanto sia successo dall’accadimento ad oggi.

LA GELMINI: BERLUSCONISMO NELLA CULTURA
Nel tentativo di distruggere quel poco di dignitoso e di civile che è rimasto nel nostro paese e nella nostra cultura, arriva il ministro Gelmini a portarci indietro al ventennio fascista con queste sue spaventose parole. Ecco il blog che ne parla.

VIVA L’ITALIA
L’audio di Viva l’Italia è estratto da questo video più lungo dal quale abbiamo tagliato l’introduzione.

EMERGENCY APRE AMBULATORIO IN ITALIA?
Pare proprio che Gino Strada abbia annunciato l’apertura di un poliambulatorio a Marghera, aperto agli italiani e immigrati, in regola o meno.

30 ANNI DI USTICA
Per ricordare la strage dell’dc9 dell’Italia, vi suggeriamo di rispolverare il film Il Muro Di Gomma di Marco Risi (e non Dino come detto in trasmissione) e lo spettacolo di Marco Paolini intitolato Racconto Per Ustica

Brani utilizzati in questo episodio:
Croxing – Album: Not the Same Soup – Here comes the Rain
Stupide Creature – Jazzite Cronica*
Dazie Mae – Album Velvet dress & Stockings – Drink Beer (till the day that I die)
Dhope – Dhope- Risiko
el Murmullo de las cucarachas – Mierda 2.0 – Irina Divina Vagina
Emanuele Bocci – Non Ci Sono Più Parcheggi*
Eva – Easy as spring and violently black – The silence is sexy
Relativismi – Koyaanis – Proselicity
Still Nameless – First studio Session – Pure Truth
Shapeshifter – The Ease Down – Heavy Hopes

I brani sono reperibili su Jamendo.com
* brani espressamente concessi a questo episodio

LICENZA DEL PODCAST: 
Questo podcast può essere usato e liberamente distribuito o diffuso. Consentito l’uso per scopi commerciali. Non è possibile modificare l’opera

51 commenti su “1×11 BioPromisquità

  1. Yarin VooDoo
    17 agosto 2010

    Che dire…la deriva politica e polemica mi pare sia arrivata all’esondazione in questa puntata ma, come avevo già segnalato per In Memoriam, purtroppo, IMHO, si tratta di politica ma senza approfondimenti e ragionamenti su pro e contro, ma solo lanciando cenni, provocazioni e, qui più che mai, polemiche.
    D’accordo che si debba esprimere, anche in modo forte, il proprio consenso o dissenso, ma penso che sia necessario (e intellettualmente onesto) motivarlo anche per una migliore discussione con gli ascoltatori o per essere più incisivi nei concetti espressi.

    Stranamente, o forse, non così tanto da come notato nella puntata In Memoriam, l’ascolto è stato fluido e meno pesante del solito, tuttavia segnalo gravi problemi tecnici, in particolare ci sono errori di Panning tra i canali DX e SX e questo l’ho notato anche nella puntata successiva.
    Ci sono punti, anche molto lunghi, in cui uno dei due canali o ha l’audio bassissimo o la voce, in particolare, è spostata all’80/90% sull’altro canale, non so se è dovuto all’attrezzatura che usate o alla post-produzione, ma sarebbe il caso di farci attenzione.
    A questo si aggiungono anche problemi di livelli audio, qui in particolare all’inizio, dove è ben evidente che l’audio va in saturazione con inevitabili distorsioni.

    • Simone Pizzi
      17 agosto 2010

      Parto dalla questione tecnica: noi abbiamo il mic collegato al mixer il quale entra nella scheda e poi al Mac. L’audio lo controllo tramite cuffie al idee e con i livelli su monitor. Evidentemente i cavetti alla scheda si dovevano essere mezzi staccati e non me ne sono accorto. Volevo portare le tracce voce in mono per poi normalizzare ma con logic non trovavo il comando. Per il suono saturo esiste una spiegazione di setup dei compressori che volevo testare ma poi ho risolto.
      Per quel che riguarda il commento sono un Po perplesso stavolta perché la puntata è molto sul giocoso. Se mi fai esempi più specifici forse ne possiamo discutere altrimenti mi trovo a sostenere che tanto ero d’accordo per in memoriam, tanto sono in disaccordo in questo caso

      • Yarin VooDoo
        19 agosto 2010

        Beh come ti scriverò nei commenti della puntata finale, concordo con voi che abbiate tutto il diritto di esprimere i vostri pareri, ma perchè siano interessanti per l’ascoltatore e non solo per voi, ritengo sia necessiaro che siano circostanziati, se poi l’intento è satirico e scherzoso allora la cosa diventa ancora più difficile perchè va fatto capire questo senso satirico, mentre, almeno io, ho colto più il senso polemico che non quello scherzoso, ma può anche essere benissimo che abbia frainteso io.

        • Simone Pizzi
          19 agosto 2010

          Guarda, ti dico la mia.
          In In Memoriam abbiamo fatto un escursus storico e politico molto blando e superficiale e sicuramente politicizzato e abbiamo accolto complimenti e critiche con egual attenzione. Le cose notate da te sono state notate da altri ascoltatori attenti, ma è stata comunque una scelta impegnativa e coraggiosa ma mal condotta proprio er eccesso di semplicismo.
          Quest’altra puntata ha un piglio diverso, tra il serio e il faceto. Molto gioco e ironia si mischiano a argomenti, discutibili ma argomentate: la notizia sul nucleare abbiamo mostrato incongruenze informative e abbiamo letto la vera sentenza della consulta; l’ambulatorio Emergency e le parole di Strada sono un fatto; la Gelmini abbiamo letto un articolo che ci sembrava interessante e si tratta di una notizia consultabile che non va approfondita ma commentata; Ustica era un richiamo ad un fatto storico dove l’intenzione era quella di presentare due opere e non esporre fatti.
          Insomma in questa puntata proprio non ci vedo superficialità ma molta ironia.
          Poi non è aver ragione o torto, son punti di vista.

          • Yarin VooDoo
            19 agosto 2010

            Beh non ho detto che siete stati superficiali, ma è chiaro che la deriva politica c’è.
            Vedi, un esempio…la questione Emergency.
            Tutto il ragionamento è basato sul fatto che le parole di Gino Strada siano state dette in piena buona fede, o anche la lettura dell’articolo sulla Gelmini è scritto, in modo chiaro, da chi ha una certa visione politica arrivando, permettimi, all’assurdo di fare confronti col fascismo (sarebbe l’ora di smetterla sia da una parte che dall’altra di fare richiami spiccioli a cose che riguardano specifiche situazioni storiche).
            Il mio appunto è che non avete messo “tutto” sul piatto della bilancia, ma solo una parte…avete fatto suonare una campana senza vedere se l’altra suonava e che suonava, per poi dire…ok suonano entrambe, suonano in questo modo, ma a noi piace più quest’altra.

            In generale, a parte la puntata specifica, personalmente apprezzo le discussioni (di qualsiasi genere, ma quelle politiche sono chiaramente quelle più a rischio di faziosità) che comunque confrontano più fonti per poi trarne un risultato con cui, chiaro, chi ascolta può essere d’accordo o meno, ma almeno ha seguito un ragionamento che parte da A per arrivare a B, non ritrovandosi a B senza sapere il percorso.

            • Simone Pizzi
              19 agosto 2010

              La faziosità è quasi sempre insita in un opinione.
              Molto meglio che sia fazioso io con questo podcast che Minzolini con il primo canale ser servizio pubblico. Guarda non sono in disaccordo con te di principio ma ti risponderó al mio ritorno che me so rotto il cazzo di scrivere con l’iPhone :D:D

  2. Pingback: PICCOLO CONCORSO: Gelati anni 80/90 « Di Tutto Un Podcast

  3. Cristina
    9 luglio 2010

    Sto recuperando in ordine sparso le putate, e quindi.. m’avete fatto tajà! no davvero divertente e piacevle, tra discorsi seriosi e meno è passata fin troppo velocemente per i miei gusti!😉
    …ma soprattutto…Ghandi… ispira è! resistenza pacifica!!! …ehhh non lo sò quanto me conviene, ma… alla via così!
    E comunque manco a me sta simpatico Maradona, grande Michela!!! ^_^

    • Simone Pizzi
      9 luglio 2010

      Io ribadisco, secondo me un par de bastonate a qualcuno Ghandi le deve aver date😀

  4. Liartes
    7 luglio 2010

    E finalmente arriva un commento sulla puntata in generale.

    Che dire, mi avete stupito ancora una volta. Mi sono gustato tantissimo questa puntata, poi lo sapete che i discorsi tra cazzeggio e realta’ sono il mio pane quotidiano ;o)

    Continuate cosi’, forse e’ questo il formato giusto per il podcast che stavate cercando… :o)

    • Liartes
      7 luglio 2010

      Ah, adoro sempre di piu’ la rubrica “Viva l’Italia”! :o)

    • Simone Pizzi
      7 luglio 2010

      GRAZIE!
      Si, lo credo anche io che sia una buona soluzione. Ora la trasmissione ha anche una suddivisioe molto più riconoscibile e un tono più adatto e confacente anche al nome della trasmissione stessa. Stamattina in macchina ascoltavamo la puntata c5 e pare che siano passati secoli da allora. Sono contento. Ora sto lavorando a delle sorpresine.
      Io credo che ci sia gente nata per fare il podcast in piratradiostyle, molto live e molto artigianale e quelli come me che purtroppo hanno una deformazione professionale e che cercando di dare al tutto un aspetto più radiofonico. Mi paicciono tutti gli stili e vorrei sperimentarli tutti ma, come nei video o nei cortometraggi che facciamo io credo che il contenuto vada comunque accompagnato dall’estetica. Il problema di fondo, anche in riferimento alla tua osservazione sui volumi e sul formato, è che di audio ci capisco meno che di video e quindi per me, sia nella struttura del programma, che nel tono, che dal punto di vista tecnico è tutto un crescere, imparare e studiare.
      Con Michela abbiamo ascoltato le ultime due puntate, quella attuale e quella che sta per uscire, con molta soddisfazione e ci siamo convinti di aver lavorato bene durante questa fase embrionale di apprendimento.
      SEBBENE qualche podcaster, che nemmeno ci ha ascoltati, ci ha presentato come persone non nuove del media (non so per quale ragione) ti assicuro che è la prima volta che mi cimento con l’audio e quel poco che sono riuscito a fare è stato frutto di studio, che ancora, come sentite, non è del tutto sufficente😀

  5. Liartes
    6 luglio 2010

    Ah, riguardo la storia dei costumi imbottiti per uomini mi sento ferito nell’orgoglio… infatti quei costumi sono in circolazione gia’ da tempo, credo che l’azienda spagnola ES sia stata la prima a fabbricarli. Io ne ho uno gia’ da piu’ di 2 anni (era della mia dolce meta’ ma poi ha deciso di darlo a me forse per vergogna) e vengono chiamati “wonder jock”. Nel mondo “gaio” l’ego e’ direttamente proporzionale alla grandezza del pacco… ahahahahhahahah

    In piu’, se non ne siete a conoscenza, da quest’anno ci sono in circolazione anche quelli col push up sul culo per avere quello che viene definito “bubble butt” (ma di quello non ne ho bisogno in quanto il mio lato B al naturale e’ sempre ben apprezzato).

    Vedo che cmq noi frocie siamo sempre avanti… etero aggiornatevi!!!! LOL ;o)

    • Simone Pizzi
      6 luglio 2010

      Che te devo dì…
      come la metti la metti a me me sembra na gran cazzata già il regiseno che te le tira su figurati il costume col pacco😀
      Capisco che infondo se uno scende un secondo dal piedistallo del vecchio becero… alla fine sono anche cose simpatiche e giocose, ma io sto a diventà vecchio e quindi intollerante😀 tra un po mi vedrete agli angoli della strada davanti ai piccoli cantieri comunnali a strillare agli operai perché non mi sta bene quello che fanno non va bene😀

    • Matt
      6 luglio 2010

      Cacchio, scambiarsi gli abiti col partner è un’aspetto dell’essere gay che non avevo mai preso in considerazione… Pratico, anche se immagino possa portare a discussioni e litigi!
      Se la mia fidanzata dovesse passarmi i suoi costumi temo che, oltre all’enorme differenza di taglia, troverei poco pratico anche il taglio… una palla che penzola da una parte, una dall’altra, e il birillo tenuto su da un triangolino di stoffa.. L’immagine non mi dà molta fiducia…

      • Liartes
        6 luglio 2010

        Eh gia’, e’ molto comodo in tante occasioni…
        Puoi sempre tentare di scambiare il costume con quello della tua ragazza, sembreresti un po’ Borat ma si puo’ fare, no? eheheheh ;oP

        • Simone Pizzi
          6 luglio 2010

          Ma che bel taglio che ha preso la discussione sulla nostra puntata😀
          comunque, io credo che gay o meno, ognuno è vanitosamente legato alle proprie cose per attaccamento naturale.
          Di certo tra due gay può essere comodo nei casi si emergenza tipo ricomprorsi rapidamente per nascondere una relazione illegittima😀
          Ci farò una puntata… grazie!

  6. babsie
    5 luglio 2010

    … io ancora non l’ho capito bene quale sia il vostro schieramento (politico)😉 ma fa nulla, ho ascoltato con vigile interesse la puntata e ho alternato ai sorrisi evidenti smorfie di preoccupazione e disgusto (per ogni nefandezza da voi esplicitata), condividendo la vostra stessa rabbia… ovviamente. Alla prossima😉

    • Simone Pizzi
      6 luglio 2010

      Già…😀
      anche se più che di schieramento politico io parlerei di visione ideale, anche ideologica per certi versi, ma di schieramento politico al giorno d’oggi si fa un po fatica ad averne😉
      Comunque precisiamo che nonostante la nostra forte collocazione di area socialista (in Italia questa parola suona un po male) cerchiamo comunque di avere una visione critica… per quel che possiamo.
      Grazie dei complimenti Bab, fatti da te sappiamo essere meritati😉

  7. jumpy
    5 luglio 2010

    @miky … si l’ho capito ..avevo anche detto che no erauna vostra condizione assoluta quella di essere migliori nelle interviste….. mauna MIA predilezione a scoprire nuove storie..per questo no mi sembrava offensivo… ma ho capito ho capito…😉

  8. NeXuS
    5 luglio 2010

    Ecco, vedo che Liartes i ha redarguito per bene. Ancora non sono riuscito a finire di ascoltare tutto l’episodio in pace! Persino il beneamato mplayer ha problemi con il file.

    Spero di farcela a superare i fatidici 30 minuti, che per il momento mi son piaciuti molto (ma sto iniziando ad avere le scatole piene di sentire solo quelli).

    • NeXuS
      5 luglio 2010

      Pare che XMMS2 ce la stia facendo.

      • Michela De Paola
        5 luglio 2010

        aspettiamo il commento al resto della puntata, allora🙂

    • Simone Pizzi
      5 luglio 2010

      Stasera metto un link per l’mp3🙂
      lo faccio in silenzio e con il muso basso😀

  9. Paniki
    5 luglio 2010

    bella puntata, ormai vi state divertendo e si sente che le puntate diventano piu scorrevoli.
    di tutte le le questioni affrontate mi ha colpito quella su emergency, perche il nostro paese sta andando letteralmente alla deriva, e quella di emergency assomiglia ad un avvertimento di pericolo…

    ps: unico appunto. IL MURO DI GOMMA e di Marco Risi😀 non Dino. ciao

    • Simone Pizzi
      5 luglio 2010

      Si, l’ho specificato sulle note che è di Marco Risi.
      Ci siamo sbagliati per assonanza.
      Su Emergency, sono d’accordo con te, questo paese, da morente sta diventando un paese morto. Ovviamente quella di Emergency potrà essere considerata una provocazione, da coloro che sono i critici e i detrattori di Gino Strada, ma non credo che sia solo quelo, non credo che una grande organizzazioni come Emergency sprechi risorse e denaro per una provocazione.

      • Paniki
        6 luglio 2010

        a è vero non avevo letto, ma anche io mi confondo spesso tra i 2🙂

        per la storia di emergency, intendevo, spero che non sia perche ce ne sarà bisogno!! nel senso, l’hanno messa per far capire che servirà😦

        cmq, bravi ragazzi, continuate cosi.

        • Simone Pizzi
          6 luglio 2010

          Ti ripeto, la mia opinione è che non sia una semplice provocazione o un esempio politico, ma in ogni caso, ci lascia preoccupazione. Un esempio palpabile che va al di la delle parole di benessere che si stanno pronunciando da parte del governo😉

  10. Liartes
    5 luglio 2010

    Quindi tu hai peccato sapendo di peccare…. Ratzi non sarebbe fiero di te, sei un peccatore reticente e perseverante. Non vedo molte altre opzioni che le fiamme dell’inferno per te… :oP

    • Simone Pizzi
      5 luglio 2010

      Ti devo dire la verità, l’unica cosa che mi infastidisce dell’inferno è il caldo.

  11. Liartes
    5 luglio 2010

    Mmmmm devo rimproverarvi un po’… Non ho ancora avuto modo di ascoltare questo episodio e in parte e’ “colpa” vostra.
    Mi spiego, volevo ascoltare il vostro episodio stamattina mentre lavoricchiavo MA con mio sommo dispiacere ho scoperto che il formato della vostra puntata e’ .m4a e per leggere quel formato ho bisogno di iTunes o di Quick Time. Il computer che utilizzo in ufficio e’ un vecchio carrozzone in cui l’unico sistema operativo compatibile e’ Windows 2000… pertanto sia iTunes che Quick Time, non essendo mai stati installati, adesso mi e’ impossibile installarli perche’ non sono compatibili con una versione cosi’ vecchia di Windows.
    In piu’ sembra che GUNP! abbia problemi perche’ non riesco ad ascoltare la puntata nemmeno da li’ in streaming.

    Posso darvi un consiglio? Anche io ho sperimentato l’m4a nell’episodio 3 e 4 ma poi ho ricevuto alcuni reclami di gente che magari non aveva un’iPod e non riusciva ad ascoltarsi la puntata sul lettore mp3 e doveva per forza ascoltarla sul computer. Percio’ ho deciso di ritornare al semplice formato mp3.
    Lo so che con l’m4a e’ piu’ figo perche’ ci potete mettere le immagini che cambiano ma tanto comunque le vedono solo i possessori di iPod… quindi il mio consiglio e’: se volete mantenere il formato m4a quantomeno fate uscire l’episodio anche in mp3, fatelo quindi uscire in doppio formato. Altrimenti fate solo l’mp3 che e’ un formato che tutti possono leggere senza problemi.

    Saluti,
    Ciccio aka Liartes

    • Simone Pizzi
      5 luglio 2010

      Guarda, paradosslamente avevo già fatto questa considerazione prima di iniziare a fare questo esperimento. Ho soprattutto notato che non si può leggere in streaming web se non si ha QT istallato sulla macchina. Molti di quelli che mi ascoltano via web hanno computer moderni quindi sono sicuramente attrezzati, ma tutti quelli che si caricano i file nei loro lettorini sono praticamente tagliati fuori.
      La cosa è che io lo sapevo che esisteva questo problema ma ci ho voluto provare lo stesso. Già dalla 1×12 si torna al vecchio e buon MP3. Peccato, tutto sommato l’integrazione di informazioni audiovisive nel file non era male, comunque è una palla in meno quando si finalizza la puntata e si deve fare i capitoli. Pensavo solo che con la separazione in capitoli fosse tutto più semplice anche per chi decidesse di ascoltare la puntata in più tempi.
      Comunque grazie, seguiremo il consiglio.

      • Liartes
        6 luglio 2010

        Grazie per il file mp3… pero’ adesso che sto ascoltando la puntata devo rimproverarvi un’altra cosa. ABBASSA sto cavolo di musica di sottofondo quando parlate… sto diventando sordo per capire cosa dite (specie Michela)…

        • Simone Pizzi
          6 luglio 2010

          Si, soprattutto nel file mp3 in effetti qualcosa andava sistemato. Ma vabbhe dai un po di pazienza. Devo ancora rifinire alcuni aspetti. Avevo trovato il mio equilibrio perfetto ma poi ho dovuto risistemare un po di cose. Ora miglioreremo… grazie per essere tanto preciso e puntuale (leggasirompicoglioni :D)

          • Liartes
            6 luglio 2010

            Piu’ che rompicoglioni, come direbbe mia madre sono piu’ cacacazzi che rompicoglioni… e mia madre mi conosce bene! ;o)

    • Michela De Paola
      5 luglio 2010

      A mio marito gli vengono gli attacchi da megalomania….

      Ora ci penso io a riportarlo sulla retta Via…

      Ma non è che Gunp ci voglia sabotare??!!!!

      Un bacione e grazie per la pazienza😉

  12. Michele Salvezza
    5 luglio 2010

    Bravi, ragazzi. Alle persone vere e generose è consentito tutto, anche la semplicità. Puntata dopo puntata diventate sempre più sciolti e conviviali aumetando il piacere di chi vi ascolta. Continuate, continuate e continuate. Dimostrate che ognuno nel proprio piccolo può.

    • Michela De Paola
      5 luglio 2010

      Grazie Mic…

      Ora però è ora che ci concedi questa dannatissima intervista….🙂

      A dire la verità ho avuto paura che ce la avessi con me dopo la puntata perché avevo parlato male di Maradona!!!😀

      Comunque si ci stiamo divertendo e siamo entrambi molto coinvolti… Ci sono in ballo un pò di interviste e progetti ancora in fase embrionale che spero ti piaceranno🙂

  13. jumpy
    4 luglio 2010

    offensivo? … fare i complimenti è offensivo…??? la cronistoria è solo per togliere la curiosità a chi come voi n sapeva che fine aveva fatto ….come detto è uno dei pochi che stimo ..e mi faceva piacere….

    • Simone Pizzi
      4 luglio 2010

      La cronistoria va bene.. la mia era una battuta.
      L’offensivo, leggi tra le righe🙂

    • Michela De Paola
      5 luglio 2010

      Jumpy Simone si riferiva al fatto delle interviste… Siamo contenti che ti piacciano e che piacciano a tutti… ma è naturale che il risultato lo vorremmo raggiungere soprattutto nelle puntate dedicate alla programmazione vera e propria… le interviste dovrebbero essere una specie di continuazione della programmazione vera e propria…. questo è il nostro intento….
      Siamo contenti di sapere che Minà sia vivo e vegeto e se la spassi in quel di Cuba!….

  14. jumpy
    4 luglio 2010

    il buon mina è ancora vivo (http://www.giannimina.it/index.php?option=com_content&task=view&id=33&Itemid=47) e vive in italia pur dirigendo una rivista di geopolitica che si intitola LATINOAMERICA… appassiona to per il sudamerica in quanto si è sposato con una colombiana credo…. amico di Fidel e di Maradona…e altri personaggi! ..la sua trasmissione piu mitica è BLITZ che per prima ospitò in diretta una bestemmia ( di Leopoldo Mastelloni ) che è costata allo stesso minà l’allontanamento dalla rai per molto tempo!……. scusate se mi sono permesso …maè uno dei pochi giornalisti che stimo!😉

    con la citazione di MURO DI GOMMA mi fa piacere anche ricordareCorso Salani (il protagonista) scomparso recentemente..

    …spumeggiante e divertente… divertendovi voi anche se per stanchezza rendete piu leggera la trasmissione,
    ripeto personalmente le interviste (che vi vengono molto bene…) mi interessano di più! mi piace scoprire nuove storie….🙂

    • Simone Pizzi
      4 luglio 2010

      Si, puntata divertente perché ci siamo anche divertiti a farla Non è che ci devi fare la cronistoria di Gianni Minà come se fossi un archeologo del giornalismo italiano…😀 a conoscerlo lo conosco bene anche io, non sapevo che fine avesse fatto.

      Per il discorso interviste, vabbeh… lo hai detto sessanta volte e a dire il vero inizi a diventare quasi offensivo.

  15. Pingback: Tweets that mention 1×11 BioPromisquità « Di Tutto Un Podcast -- Topsy.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: