Di Tutto Un Podcast

Idee e opinioni sul nostro mondo

1×01 Emergenza Medica


Le note di questo episodio saranno inserite tra qualche ora.

Per scaricare il file fai tasto destro QUI!

ARTOMENTI DELL’EPISODIO

Emergency.
Uno sguardo agli eventi che ci hanno tenuto col fiato sospeso per diversi giorni e che ci ha fatto nascere la curiosità di capire più o meno cosa ci sta dietro questo grande meccanismo umanitario.

La vicenda dell’arresto dei tre operatori italiani
Articolo di PeaceReporter
Articolo di Repubblica

Che cosa è Emergency, come finanzia la propria attività in tutto il mondo
http://www.emergency.it/menu.php?A=002&SA=007&P=195&ln=It
http://www.emergency.it/menu.php?A=001&ln=It
http://www.emergency.it/menu.php?A=001&SA=004&ln=It
http://www.emergency.it/menu.php?A=001&SA=005&ln=It

Il mondo degli Audiolibri
Fino a poco tempo fa un fenomeno completamente sconosciuto ai più nel nostro paese. Oggi una realtà in moderata espansione. Perché determinati ausili utili in Italia fanno fatica ad affermarsi? Cosa è un Audiolibro?
Audiolibri.info
Goodmod.it
Il Narratore

i brani musicali inclusi in questo episodio.:

PYSTANCE BRAZIL – ALBUM: OS PATTO – TRACCIA 06 – UNIVERSO PARALLELO.
MERCURY IN SUMMER – ALBUM: CAN YOU FEEL IT – Traccia 06 – GRAVITY
GENTE STRANA POSSE – ALBUM: LA STORIA SI RIPETE – TRACCIA 02 – BRUCIA.
TERESIA – ALBUM: WHEN ROCK’N’ROLL WAS NOT A BUSINESS Traccia 04 RIVER OF WAR
DAZIE MAE – ALBUM: VELVET DRESS AND STOCKINGS – TRACCIA 06 – THE BUSINESS OF BREAKING MEN’S HEART.
ERICA SCHINE – ALBUM: WEN WILL IT END Traccia 02 OXIGEN

Tutti brani scaricato dal portale Jamendo
LICENZA DEL PODCAST
Questo podcast può essere usato e liberamente distribuito o diffuso. Consentito l’uso per scopi commerciali. Non è possibile modificare l’opera.

15 commenti su “1×01 Emergenza Medica

  1. Cristina
    21 maggio 2010

    Dopo aver letto tutti i commenti e le critiche..non posso aggiungere altro se non… arTomenti dell’episodio! devo starvi alla larga, vi sto contagiando!!!
    Scherzi a parte a me piacete sempre, ma si sa che il mio orecchio va dalla sua parte!
    Simone hai veramente la voce radiofonica!Ma hai studiato dizione di la verità?!O hai già fatto radio! Oppure è una dote e punto!
    Michela mi piace molto il tuo tono di voce pacato!
    E quindi essendo una semplice ascoltatrice senza troppe pretese, vi faccio i miei personalissimi complimenti!

    • Simone Pizzi
      22 maggio 2010

      Fare la radio è sempre stato il mio sogno non tanto nascosto ho fatto qualche sporadico intervento qui e la ma no, non ho mai fatto nessuna radio purtroppo. Non ho studiato e si sente perché la mia dizione è tutt’altro che perfetta anzi. Forse la modulazione della voce, ma credo che questo sia frutto del tanto ascoltare e delle tante attività di comunicazione parallele che ho fatto in tutta la mia vita vedi la politica e tanto altro. Per il resto credo che un po, come su tutte le cose, ci si nasce. Avrei voluto studiare qualche anno fa per migliorare magari il ferro caldo della predisposizione ma non ho mai avuto tempo e studiare speakeraggio e dizione costa non poco.

  2. mattia
    6 maggio 2010

    bene, sono riuscito a sentire per ora solo la puntata pilota x cui prendete tutto con il beneficio del ritardatario !!

    ragazzi che dire…. ok!! m’è piaciuto molto!! simone sei molto radiofonico e michela è molto naturale e simpatica… ed è bella pure la musica

    le note che ho preso ascoltando e che vi riporto come contributo esclusivamente a carattere costruttivo vertono su 2 nuclei:
    1- note tecniche
    2- peoples about
    chiaramente parto dal punto 2:
    innanzitutto parliamo di dizione, soprende la tua simone in quanto molto buona, tono ok, lessico medio alto o comunque colto sopra la media, tutto bene insomma, potresti pensare allora quella di michela fa schifo..? e invece no, cioè mi spiego, michela ha una dizione che effettivamente andrebbe educata ma l’unico suggerimento che mi sento di darle realmente è : apri di più la bocca quando parli ed attenta ai volumi, alle pause ed agli intercalari, ma sopratutto cerca di rimanere te stessa, reale, non cercare per forza di inseguire simone sul lessico, sui paroloni, sull’italiano corretto, al contrario usa pure il dialetto, l’espressione spiritosa o spiccia, il termine che ti viene più naturale, perchè la dialettica tra voi due funziona proprio per questo
    e qui parliamo in genere di contenuti e rapporto tra i vostri due ” personaggi”, cioè perchè ognuno di voi ha un carattere suo ed una maniera di esprimersi sua vi esorterei quindi ad accentuare le differenze piuttosto che assottigliarle… mai essere daccordo ( all’apparenza ), in generale lo sapete meglio di me la concordia annoia, il conflitto no… questo non significa che dovete litigare anzi, solo che dovete dare ognuno la propria visione accentuando aspetti diversi e/o discordanti, visti da punti di vista diversi, personali… anche gli argomenti sceglieteli diversi in base alle vostre personalità e “personaggi”, accentuate insomma dove possibile l’essere simone un assicuratore intellettuale artista pensatore filosofo un po’ perso nel mondo delle idee etc e michela una maestra una mamma ( di un bambino e un bambinone!!) lavoratrice libera pensatrice conoscitrice di lingue e culture straniere ma concreta solida con i piedi per terra….
    in questa direzione io vedo prospettive enormi
    sceglietevi un argomento per uno a puntata e sfidatevi su terreni diversi:
    es. il grande fratello e l’uovo all’occhio di bue ( non trovate che si somiglino anche come logo??)
    l’economia mondiale ed i cassonetti della raccolta differenziata
    il conflitto Silvio e Gianfra ed il lavaggio a mano dei capi delicati

    bene, credo di essermi dilungato pure troppo e guadagnato i vostri vaffanculo

    per cui passo al punto 1 le questioni tecniche

    devo dire che tutto sommato la registrazione è fatta abbastanza bene
    chiedo dove e come, ovvero dove registrate, con quali mezzi e che programma usate poi per mixare/finalizzare il tutto?
    i volumi sarebbero da sistemare almeno nella puntata beta, la voce è bassa per entrambi rispetto alla musica
    cercate poi di tagliare le pause ed accellerare i tempi, se possibile simone cerca di applicae un sidechaining sul mic ( di solito con un plug-in di gate ) che leghi il volume del microfono a quello della musica proprio come si fa in radio che quando parla lo speaker il volume della musica si abbassa in automatico

    una cosa molto importante è accelerare il ritmo

    • Simone Pizzi
      8 maggio 2010

      E già che ce sei riuscito è una grande cosa😀
      La musica non commerciale ha medesima dignità, anzi in talunicasi più dignità della musica commerciale. Sul fatto che io sono radiofonico beh… se sa insomma😀
      Ti dico una cosa, probabilmente siamo talmente disabituati alla critica in generale che quando si postano commenti ci si preoccupa immediatamente di mettere le mani avanti sulla critica stessa sperando questa non possa offendere nessuno. Un po come se noi considerassimo la critica una sorta di offesa. Cosa che in teoria di principio non è, anzi, ha molti fattori costruttivi.
      Bella la tua analisi sulle nostre differenze, riflettendoci la posso anche condividere in pieno. L’unica cosa che posso dire è che su una questione di maggiore spigliatezza e di dizione o dialettica in generale io sono sicuramente avvantaggiato dal fatto che sono maggiormente abituato, come sai dal mio passato, a dover e a voler discutere con la gente, una predisposizione che ho sempre avuto oltre al sogno mai riposto di fare talkradio. Michela è molto meno abituata e ha il difetto di voler arzigogolare l’esistenza, figurati le frasi. Ma al di la di questo invece è andata bene perché si è saputa comportare con molta naturalezza e se riesce a raffinare meglio il suo ritmo secondo ci può stare e come. Infatti nella puntata 1×02, puntata sicuramente più strutturata e guidata, è andata molto meglio anche nella libera parlata. Le critiche più severe infatti arrivano dai puristi, da quelli che vedono le cose sotto un aspetto più accademico e che probabilmente hanno poca dimestichezza con il mezzo podcast e la sua natura intrinseca.
      Il resto del tuo commento è interessante e lo studierò insieme a Michela. Per quel che riguarda gli aspetti tecnici ti ho inviato una mail privata, non perché è segreto, anzi, solo perché magari potrebbe risultare noioso. Ma magari addirittura ne parleremo in una prossima puntata, magari anche per ricevere vari suggerimenti o qualche pio che abita vicino dalle parti nostre per venirci a dare una accroccata al tutto😀 chi lo sa.
      Ritmo… issi, ritmo, la grande parola chiave. Ascolta la puntata 2 e poi rifatti sentire per vedere cosa è successo.
      Un abbraccio e tanti saluti.

  3. Michela De Paola
    30 aprile 2010

    eccomi finalmente,

    Innanzitutto grazie mille per averci ascoltato…. Essendo entrati da poco in questo interessantissimo mondo, è già un ottimo risultato quello che stiamo ottenendo con il seguito di ascolti che abbiamo raggiunto fino ad ora :)….
    Rispondo più o meno a tutti nel dirvi che mi impegnerò affinché i miei interventi riescano ad avere un tono ed una velocità più regolare…. Il mio fidato voice trainer mi sta facendo fare esercizi durissimi!!!

    Pertanto spero che i risultati si riescano a percepire già dalla prossima puntata… quindi non mollateci proprio ora, mi raccomando🙂

    Per quanto riguarda la scaletta, fondamentalmente sono abbastanza d’accordo con Matt… preferirei imparare a formulare pensieri più veloci e precisi, magari aiutandomi con appunti, che non scrivermi un testo da recitare..

    Rocco, non te ne voglio assolutamente :)… le critiche servono sempre a migliorare…. io non chiedo di meglio🙂

    Però non volermene te…. l’unica cosa che mi piace molto è proprio la scelta delle musiche..:). Stiamo cercando di variare il più possibile affinché la musica scelta, con lo scopo di intrattenere, ma anche di divulgare dei gruppi e autori davvero bravi, possa incontrare i diversi gusti degli ascoltatori che ci seguono, i quali, ognuno a modo loro apprezza uno o più generi musicali…🙂

    Spero che nessuno me ne voglia se non ho risposto ad uno ad uno… ma l’ora tarda e non ce l’avrei mai fatta🙂

    Grazie ancora a tutti per il calore e l’incoraggiamento…

    Work in Progress…. e progrediremo alla grande🙂

    E che sia per tutti un primo maggio coi fiocchi…🙂

  4. JUMPY
    30 aprile 2010

    eccomi ! …nono no sono offeso…. come detto per me alcuni argomenti dell’altra volta erano troppo personali nel senso che non erano vostri pareri su un argomento ma un vostro spaccato di vita che poteva risultare “troppo personale”,
    quella di oggi no !! sono vari argomenti in cui esprimete le vostre opinioni …e questo mi pare piu giusto ..almeno perchè io la vedo come una tx radiofonica .. … nn conoscendo questo mondo podcast…(azz MONDOPODCAST… sembra quasi una parolaccia!!! eheheheheeh )
    Bello “l’articolo” suglia audiolibri… :-))
    D’accordo con gli altri sul ritmo o proprio sul “recitativo” della cosa…. comunque .
    Ad esempio una specifica dell’audiolibro: la compagna di mio fratello (colombiana) li usa per imparare la lingua)
    L’audio libro … va recitato ed interpretato?? o solo LETTO????
    grazie delle infomazioni! ciao!

  5. Yarin VooDoo
    30 aprile 2010

    Finalmente sono riuscito a sentire la 2° puntata.
    Concordo con la questione ritmo, veramente troppo troppo lento, sia nello svolgersi generale che nello speakeraggio stesso, soprattutto di Michela (non me ne volere).
    Forse perchè poco abituato ai podcast e più alla radio, gradirei molto di più, interventi brevi e mirati, magari sviluppare il tempo in più interventi o in più puntate, in questa avete veramente dilungato troppo sulla questione Emergency, considerando poi che non è un argomento estremamente nuovo.
    La scelta musicale, per un paio di brani, mi è piaciuta più dell’altra volta, ma starei attento a variare troppo di genere all’interno della stessa puntata, si rischia solo di fare un minestrone insipido.

    A livello tecnico, meglio, molto meglio.
    I livelli ora sono accettabili e meglio amalgamati con quelli della musica, sia di sottofondo che di intermezzo.
    Ascoltando in cuffia si nota in modo abbastanza evidente un po di rumore di fondo, dovuto probabilmente ad una non perfetta regolazione del mixer.
    Comunque la strada è quella giusta ed il mic è sufficientemente ben isolato da non prendere in modo evidente rumori esterni.

    Ciao

  6. Matt
    30 aprile 2010

    Ma che bella notizia! Un nuovo podcast! Benvenuti!
    Ho apprezzato molto la discussione sulle sveglie della puntata 0 (la qualità audio pessima si perdona a un pilota), e mi è piaciuto il discorso su emergency, al quale aderisco pienamente.
    Per quanto riguarda il ritmo non mi preoccuperei troppo, con l’esperienza si impara alla grande, e NON scrivetevi tutto, una scaletta basta e avanza, magari tenete degli appunti, ma niente di troppo completo, o rischiate il terribile effetto recita..
    Per il resto.. forse vi conviene o approfondire molto gli argomenti, preparandovi bene, o portarne molti di più, come in un tg.
    Spero di esservi stato utile!
    Ciao e continuate!

    • Simone Pizzi
      1 maggio 2010

      Grazie per il benvenuti… ci ha fatto molto piacere il tuo messaggio🙂
      Il fatto che due temi in particolare ti siano piaciuti indica che probabilmente siamo sulla buona strada e che con un poco di pazienza forse arriveremo ad una buona trasmissione..
      Terremo molto in considerazione i tuoi suggerimenti. Questa cosa di chiedere pareri e opinioni, anche critiche mi piace molto perché essendoci messi di punta io e Michela a cercare di migliorare veramente, stiamo analizzando il tutto e riascoltando per trovare le cose sulle quali dover migliorare e le osservazioni che troviamo giuste. Ovviamente senza ossessione e senza denaturare più di tanto la nostra idea di partenza. Ci sono alcune cose, ad esempio sui miei problemi di dizione, che ora come ora non so proprio come risolverli, ma trovo anche, forse errando, che da non professionista in qualche modo le sporcature diano una certa personalità. Comunque provo a lavorarci di più.
      Ok per gli appunti e le scalette strutturate, crediamo anche noi sia veramente la soluzione di tutto oltre alla pratica. A meno che non si vuole fare un podcast veramente puramente divulgativo e non una talkradio di opinione.
      Credo comunque che approfondiremo molto di più gli argomenti, come era in intenzione originale, cercando di andare a trovare magari elementi meno conosciuti degli aspetti di un tema che abbiamo deciso di trattare.
      Ci sei stato utilissimo… e ti ringraziamo infinitamente per il tuo commento. Se ci seguirai ancora in futuro e se avrai altro da dire… fallo senza remore🙂

  7. Matt
    30 aprile 2010

    Un nuovo podcast e’ sempre un’occasione per far festa, soprattutto se e’ interessante e divertente come il vostro! Per il momento da mobile mi limito a farvi i complimenti! More to come..

  8. paniki
    30 aprile 2010

    hahah grazie a voi ragazzi!!

    è sempre un piacere dare una mano🙂

  9. Michele Salvezza
    29 aprile 2010

    Acoltata. Secondo me dovete alzate il ritmo, soprattutto Michela. Consiglio di scrivere prima i testi per evitare pause di riflessione nel bel mezzo di un discorso. La scelta della musica è ottima e potreste dare qualche info in più sui vari artisti. Ultima cosa, cercate di entrare più nello specifico sennò si rischia di fare discorsi generici e generalisti. Che il nucleare sia pericoloso è qualcosa di ovvio, magari raccontare una storia particolare potrebbe aiutare la comprensione del problema, come per esempio i casi di mutazione genetica degli animali nei pressi delle ex centrali in Italia. La qualità dell’audio in questa puntata è nettamente superiore alla prima e questo è un fatto estremamente positivo.

    • Simone Pizzi
      29 aprile 2010

      Già che l’hai ascoltata va bene. Te ne siamo comunque grati.
      Sulla questione ritmo è indubbio che questa puntata in particolare abbia subito molto della stanchezza in generale. Questo è utile a far capire ma non giustifica soprattutto quando ci sono persone che dedicano il loro tempo ad ascoltarti. Comunque apprezziamo l’osservazione perché è la medesima che abbiamo fatto noi. Credo che prendere confidenza con il mezzo sia prioritario ma ho molta fiducia.
      A dire il vero noi abbiamo una scaletta molto precisa quando andiamo a registrare ma è proprio la struttura dell’argomento che va messa nero su bianco proprio per non perdersi. Avevamo considerato anche questo e sicuramente ora lo notiamo meglio che ne esiste una necessità e probabilmente inizieremo a strutturare meglio le puntate. Ci vorrà ancora qualche puntata per arrivare ad un livello di preparazione accettabile poi il ritmo secondo me verrà un po da se.
      Si, le musiche sono buone, anche se la prima puntata è stata migliore. Sulle musiche cerchiamo di spaziare in vari generi senza fossilizzarci su uno in particolare, ovviamente generi di nostro gradimento più o meno. Ho avuto il dubbio sul discorso del dare info sugli artisti solo perché generalmente lo fanno anche gli altri podcast che danno anche musica. Il mio dubbio poi era nel perdere ulteriormente ritmo perché ora come ora i brano servono per chiudere argomenti o per spezzarli in due. Quindi aprire una parentesi si può fare ma va trovato un po il modo. Dico male?
      Approfondire dovrebbe essere il compito di questa trasmissione ma in realtà l’idea, che va ancora un po formata, è quella di fare una talkradio leggermente sottovoce di opinione, non di cronaca. Ciò non toglie che gli argomenti vadano preparati meglio e nella puntata pilota forse abbiamo fatto un lavoro superiore da questo punto di vista.
      L’audio deve essere ancora raffinato ma almeno ora si ha la sensazione di persone che parlano alla radio… poi se è radio scemar non fa niente😀
      Grazie mille per i preziosi suggerimenti che terremo in seria considerazione iniziando a lavorare sulla trasmissione e su noi stesso.
      A presto.

  10. Yarin VooDoo
    29 aprile 2010

    Il download diretto del file non funzione, scarica un file da 1Kb….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 29 aprile 2010 da in Puntate con tag , , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: